DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali >
Tesi di dottorato in scienze matematiche e fisiche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/982

Full metadata record

DC FieldValueLanguage
contributor.advisorTerranova, Maria Letizia-
contributor.authorHampai, Dariush-
date.accessioned2009-08-05T09:00:00Z-
date.available2009-08-05T09:00:00Z-
date.issued2009-08-05T09:00:00Z-
identifier.urihttp://hdl.handle.net/2108/982-
description21. cicloen
description.abstractI ghiacciai sono un naturale sistema di immagazinamento di dati climatologici, che consente attraverso le precipitazioni di raccogliere in serie temporalmente ordinate le particelle provenienti dalla circolazione atmosferica. A questo proposito, l'identificazione di polvere mineralogia svolge un ruolo chiave. In questa tesi, partecipo ad un esperimento preliminare di spettroscopia di assorbimento X (XAS) di minerali di polvere estratte da carote di ghiaccio antartico e alpino sulla soglia del Fe. Nella tesi viene descritta una camera sperimentale da alto vuoto, progettata e realizzata per lo studio della fluorescenza e assorbimento X anche ad incidenza radente. Presso lo Stanford Synchrotron Radiation Lightsource (SSRL), sono state effettuate misure di fluorescenza e assorbimento X di materiali a bassissime concentrazioni. I risultati mostrano che questa tecnica sperimentale permette il riconoscendo di inclusioni di ferro (dell'ordine di 1-10 ug) nel particolato insolubile . Inoltre, presso i Laboratori Nazionali di Frascati dell'INFN, con il mio contributo è stato progettato, sviluppato e realizzato, un sistema di micro-spettroscopia, discusso nella tesi, al fine di raggiungere una mappatura di micro-fluorescente X (uXRF) con una risoluzione spaziale di chi 100x100 um. Questo apparecchio permette anche di effettuare "Imaging" (con radiazione non coerente), per mezzo di un ingrandimento del settore in analisi mediante lenti rifrazione (CRL).en
description.abstractAeolian mineral dust archived in polar and mid latitude ice cores represents a precious proxy for assessing environmental and climatic variations at different timescales. In this respect, the identification of dust mineralogy plays a key role. In this thesis, I partecipate in preliminary X-ray absorption spectroscopy (XAS) experiments on mineral dust particles extracted from Antarctic and from Alpine firn cores at the Fe K-edge. A dedicated high vacuum experimental chamber was set up for normal-incidence and X-Ray Fluorescence (normal and total-reflection configuration) and Absorption Spectroscopy analyses on minor amounts of mineral materials at the Stanford Synchrotron Radiation Lightsource. Results show that this experimental technique and protocol allows recognizing iron inclusion mineral fraction on insoluble dust in the 1-10 ug range. Moreover, at the "Laboratori Nazionali di Frascati" of INFN, with my contribution has been designed, developed and done, a system of micro-spectroscopy, discussed in the thesis, in order to achieve a mapping in micro-fluorescent X (uXRF) with a spatial resolution of about 100x100 um. This apparatus allows also to carry "imaging" (with radiation not coherent), by means of a magnification of the area in analysis by means of lenses refractive (CRL).en
description.sponsorshipIstituto nazionale di fisica nucleare; Consiglio nazionale delle ricerche. Istituto per lo studio dei materiali nanostrutturati; Università degli studi di Roma "La Sapienza"en
description.tableofcontentsIntroduzione sullo studio della frazione insolubile del particolato incluso nelle carote di ghiaccio estratte con perforazione su ghiacciai - Descrizione generale delle tecniche e delle metodologie - CryoAlp. Studio del particolato insolubile presente nelle carote di ghiaccio - Prototipo di micro-fluorescenza X - Conclusioni - Il Laboratorio di Ottiche per Raggi X presso i LNF - Fondamenti di ray tracing di capillari - Il manipolatore micrometricoen
format.extent4005302 bytes-
format.mimetypeapplication/pdf-
language.isoiten
relation.isbasedonProgetto CryoAlp (EIM)en
relation.isbasedonProgetto Micro X (LNF-INFN)en
subjectXASen
subjectXANESen
subjectXRFen
subjectelemental mappingen
subjectpolycapillary opticsen
subjectaerosolen
subjectice coreen
subjectpalaeoclimatologyen
subject.classificationCHIM/12 Chimica dell'ambiente e dei beni culturalien
titleMetodologie per la rivelazione e il riconoscimento di impurezze solide mediante sorgenti X : caratterizzazione di materiali complessi con applicazione al caso della matrice solida dell'acquaen
title.alternativeDetection and identification methodologies of solid impurity trough X radiation: complex material characterizations applied to water solid matrixen
typeDoctoral thesisen
degree.nameScienze chimicheen
degree.levelDottoratoen
degree.disciplineFacoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturalien
degree.grantorUniversità degli studi di Roma Tor Vergataen
date.dateofdefenseA.A. 2008/2009en
Appears in Collections:Tesi di dottorato in scienze matematiche e fisiche

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Main.pdf3911KbAdobe PDFView/Open

Show simple item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.