DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Giurisprudenza >
Tesi di dottorato in giurisprudenza >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/928

Title: Scienza e crimine nell’evoluzione delle scienze forensi
Authors: Arcudi, Giovanni
Camposano, Raffaele
Keywords: criminalistica
impronte
medicina legale
tossicologia
grafologia
criminal profiling
balistica
antropologia
entomologia
DNA
Issue Date: 14-Jul-2009
Abstract: "E’ impossibile, per un malfattore, agire con l’intensità necessaria a un’azione criminale senza lasciare traccia del proprio passaggio". Così scriveva Edmond Locard nel suo Traitè de criminalistique all’inizio del secolo scorso e mai avrebbe immaginato che questo suo assunto sarebbe divenuto, in seguito, noto fra gli scienziati forensi come il principio di scambio, secondo il quale ogni contatto sulla scena del crimine lascia sempre una traccia. Se oggi la Criminalistica o, meglio ancora, le Scienze Forensi hanno assunto un’importanza, oserei dire, fondamentale nell’ambito delle investigazioni giudiziarie lo si deve soprattutto a questa lucida intuizione, che ha reso la detection, tanto enfatizzata dai romanzi gialli “classici”, una vera e propria scienza delle tracce. Parlare, tuttavia, di Criminalistica non è possibile senza un metodo, un approccio sistematico alla “complessità”, rappresentata dall’evento criminoso la cui “interpretazione” passa, è vero, attraverso l’esame “indutt...
Description: 20.ciclo
URI: http://hdl.handle.net/2108/928
Appears in Collections:Tesi di dottorato in giurisprudenza

Files in This Item:

File Description SizeFormat
TesiPDF.pdf1404KbAdobe PDFView/Open

Show full item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.