DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Giurisprudenza >
Tesi di dottorato in giurisprudenza >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/751

Full metadata record

DC FieldValueLanguage
contributor.advisorSchipani, Sandro-
contributor.authorHan, Chen-
date.accessioned2009-01-14T15:18:47Z-
date.available2009-01-14T15:18:47Z-
date.issued2009-01-14T15:18:47Z-
identifier.urihttp://hdl.handle.net/2108/751-
description20. cicloen
description.abstractLa ricerca è divisa in tre capitoli. Il primo capitolo riguarda il tema dei fatti ingiusti contro la persona nel diritto romano. Si tratta di quattro argomenti: la disciplina decemvirale, l’actio iniuriarum, il damnum sorta nell’ambito della lex Aquila, e la pena privata. Con questo capitolo si spiega l’evoluzione della responsabilità extracontrattuale e la bipartizione tra danno e offesa. Il secondo capitolo è concentrato nell’art. 2059 c.c.. Qui si spiega come è formulato storicamente tale articolo e come è stata superata la limitazione della riparazione al danno non patrimoniale. Con il danno biologico e il danno esistenziale, il diritto italiano segna un’espansione del concetto di danno non patrimoniale. Il terzo capitolo parla del diritto tradizionale cinese. Influenzata dal diritto sovietico, la legge sui principi generali del diritto civile del 1987 non ha una posizione chiara sulla riparabilità al danno morale. Con gli interventi della Corte Suprema e con la promulgazione di nuove leggi di settore, il danno morale è finalmente stato accettato dal diritto cinese. Nel corso della elaborazione di una legge sulla responsabilità sono sorti molti dibattiti: uno più discusso è la personalizzazione nella liquidazione del danno alla persona. Con una prospettiva storico-comparatistica, la tutela della persona nell’ambito della responsabilità extracontrattuale segna un’espansione dei valori meritevoli di tutela. Questo richiede anche un sistema aperto della responsabilità extracontrattuale.en
description.abstractThe research is divided into three chapters. The first chapter concerns the Personal Injury in Roman law. There are four topics: discipline decemvirale, l’actio iniuriarum, damnum of the lex Aquila, and the private penalty. in this chapter which explains the evolution of the civil liability and the bi-partition of damage and offense in the roman law. The second chapter is concentrated on art. 2059 c.c. which can be explained as a limitation of reparation to nonpecuniary damage. With the danno biologico (biological damage) and danno esistenziale (the damage existential), the Italian law marks an expansion of the concept of non-pecuniary damage. The third chapter concerns the Chinese law which starts from traditional Chinese law. Influenced by Soviet law, the general principles of civil law of 1987 does not have a clear position on the question of repairing the moral damage. With the interpretations provided by the Supreme Court and the new laws of sectors, the concept of moral damage is finally accepted by Chinese law. In the course of drawing up a law on civil liability, many debates have been arisen: one of the most discussed is the customization in the liquidation of personal damages. With a historical- comparatistica perspective, the protection of person marks an expansion of values worthy of protection. This also requires an open system of non-contractual liability.en
description.tableofcontents1. Le nuove esigenze di tutela della persona l’istituto della responsabilità extracontrattuale - 2. Perché una ricerca in una prospettiva storico-comparativa - Capitolo 1, Fatti ingiusti contro la persona nel diritto romano - Sezione 1., Le disposizioni sulle lesioni corporali nelle Dodici tavole - 1.1 Cenni storici sulla legge delle XII Tavole - 1.2 Le disposizione sulle lesioni personali - 1.2.1 Le tre fattispecie - 1.2.2 Le pene ed il principio della proporzionalità - 1.3 Il problema dello schiavo - 1.4 Il problema della uccisione - 1.5 Il problema dell’unificazione - 1.6 La storia della responsabilità e la nascita della responsabilità civile - 1.7 Conclusione della sezione - Sezione 2., L’actio iniuriarum e la tutela della persona - 2.1. La nascita dell’actio iniuriarum aestimatoria e il principio della proporzionalità - 2.2. Gli elementi costitutivi della “iniuria” nel diritto della disciplina post-decemvirale - 2.3 Le ipotesi di iniuria e i valori tutelati - 2.4 La lex Cornelia de iniuriis - 2.5 Il carattere non patrimoniale e D. 47,10,1,6 - 2.6 Conclusioni della sezione - Sezione 3., Lex Aquilia e la tutela della persona - 3.1 I significati di damnum nei Digesta - 3.1.1. “Damnum” nel senso di distruzione o guasto subiti dalla cosa. - 3.1.2. “Damnum” nel senso di perdita subita dal patrimonio dell’offeso. - 3.1.3. L’esclusione della rilevanza dell’affectio nel risarcire il danno aquiliano - 3.2 Le lesioni personali e il risarcimento del danno: esegesi di D. 9,2,5,3 e D. 9,2,7 pr. 20 - 3.2.2 Il problema dell’ interpolazione - 3.2.3 Esegesi del testo - 3.2.3.1 Problemi affrontati dall’autore del testo - 3.2.3.2 Soluzioni sostenute e le motivazioni - 3.2.3.3. Originalità delle soluzioni - 3.2.4. Conclusioni - 3.3 Il principio “corpus liberum non tollit aestimationem” in D. 9,3,7 - 3.4 Conclusioni della sezione. - Sezione 4., Pena privata e responsabilità civile - 4.1 La “poena” e gli scopi della pena - 4.2 La pena privata e il risarcimento - 4.2.1 Gli aspetti comuni tra la pena privata e il risarcimento - 4.2.2 I criteri per distinguere la pena privata dal risarcimento: l’opinione di Savigny - 4.2.3 Segue - 4.3 Le azioni penali nel diritto romano - 4.4 L’intramissibilità - 4.5 Il declino della pena privata e la fioritura della tutela risarcitoria - 4.6 L’azione popolare e la tutela sanzionatoria - 4.7 Conclusioni della sezione. - Capitolo 2.: Fatti ingiusti contro la persona nell’esperienza italiana - Sezione 1., Il danno morale nell’ordinamento precedente al codice civile vigente - 1.1 Il concetto di danno nel Codice Civile del 1865 e la risarcibilità del danno morale - 1.2 Altre disposizioni in materia - 1.3 Le obbiezioni alla risarcibilità del danno non patrimoniale prima del Codice civile vigente - 1.4 L’art. 85 del progetto Italo-Francese del codice delle obbligazioni e dei contratti del 1927 - 1.5 Conclusioni della sezione. - Sezione 2. L’ART 2059 C.C. : i problemi e le soluzioni - 2.1 Il cambiamento di locuzione: da danno morale a danno non patrimoniale - 2.2 Il cambiamento del significato del “danno non patrimoniale” - 2.3 Il problema della colpa presunta e la risarcibilità del danno morale ex. art. 2059 - 2.4 La riserva di legge - 2.5 Un passo indietro ? - 2.6 Conclusioni della sezione. - Sezione 3., Il danno biologico - 3.1 La nozione - 3.2 La sentenza Corte Cost. 88/1979: una figura di danno meritevole di tutela autonomamente - 3.3. La sentenza Corte. Cost. 184/1986 e la pronuncia ufficiale sul danno biologico - 3.4 La liquidazione del danno biologico: i principi e la pratica - 3.6 Conclusioni della sezione. - Sezione 4., Il danno esistenziale - 4.1 Le nuove figure di danno e la nascita di danno esistenziale - 4.2 La nozione - 4.3 Le caratteristiche del danno esistenziale - 4.4 Riferimento normativo: l’art. 2043 o l’art. 2059 ? - 4.5 Conclusioni della sezione. - Sezione 5., Il danno morale - 5.1 La nozione - 5.2 Il danno morale e il danno non patrimoniale: le particolarità - 5.3 Il danno morale riflesso - 5.4 Conclusioni della sezione. - Sezione 6., Il danno alla vita di relazione e il cambiamento del suo destino - 6.1 Il danno alla vita di relazione come danno patrimoniale - 6.2 Il danno alla vita di relazione come danno biologico - 6.3 Conclusioni della Sezione . - Sezione 7., Le funzioni della riparazione del danno non patrimoniale - 7.1 La impossibilità di avere una funzione risarcitoria pura - 7.2 La funzione afflittiva - 7.3 La funzione satisfattiva - 7.4 La funzione compensativa - 7.5 Conclusioni della sezione. - Sezione 8., Alcuni spunti di riflessione - 8.1 “Risarcimento”, “riparazione”: un problema di termini giuridici - 8.2. Il rapporto tra art. 2059 c.c. ed art. 2043 c.c. - 8.2.1 Atipicità dei danni patrimoniali e tipicità dei danni non patrimoniali - 8.2.2 La funzione selettiva - 8.2.3. Conclusioni - 8.3. Danno non patrimoniale: sistema aperto o chiuso? - Capitolo 3, Fatti ingiusti contro la persona nel diritto cinese. - Sezione 1., Cenni storici - 1.1 Il risarcimento del danno alla persona nel diritto tradizionale cinese - 1.1.1 Shutong ru shashang zhijia (pagamento di una certa quantità di rame alla famiglia della vittima) - 1.1.2 Duanfu ciachang yangshan (il trasferimento coattivo del patrimonio del danneggiante alla famiglia della vittima) - 1.1.3 Zhui maizang yin (pagamento delle spese del funerale) - 1.2 La tutela risarcitoria della persona prima della fondazione della Nuova Cina - 1.2.1 La tutela risarcitoria della persona secondo la “Daqing minlv cao’an ( bozza del Codice Civile della Dinastia Qing)” - 1.2.2 La tutela risarcitoria della persona secondo il Codice Civle cinese del 1929 - 1.3 Le vicende legislative tra il 1949 e il 1978 - 1.4 Conclusioni della sezione. - Sezione 2., Le fonti - 2.1. I principi generali del diritto civile del 1987 - 2.1.1 Introduzione generale - 2.1.2 I diritti della personalità - 2.1.3 La responsabilità extracontrattuale - 2.1.4 L’interpretazione della Corte Suprema dei principi generali del diritto civile - 2.1.5 Commento - 2.2 Le altre leggi - 2.2.1 La legge sulla qualità dei prodotti - 2.2.2 La legge sul risarcimento da parte dello Stato - 2.3 I regolamenti amministrativi - 2.4 Le interpretazioni della Corte Suprema - 2.5 Conclusioni della Sezione. - Sezione 3., Le due interpretazioni - 3.1. Interpretazione della Corte Suprema sulla responsabilità relativa al danno morale - 3.2. Interpretazione della Corte Suprema sull’applicazione delle leggi nei casi di danno alla persona - 3.3. Conclusioni della sezione. - Sezione 4., Soggetto attivo - 4.4 Vittima diretta - 4.2 Vittima indiretta - 4.3 Il problema del nascituro - 4.4 Conclusioni della sezione. - Sezione 5., Il Jingshen Sunhai (danno morale) nel diritto cinese - 5.1. Terminologia e profili concettuali - 5.2. La riparabilità del c.d. danno morale: percorso successivo e sua estensione - 5.2.1 I principi generali del diritto: un riconoscimento indiretto - 5.2.2 Regolamento provvisorio sull’applicazione dei casi relativi alle lesioni personali negli incidenti marittimi - 5.2.3 Risposta della Corte Suprema, nel 1993, ad alcune domande sui giudizi in casi riguardanti l’offesa al diritto alla reputazione - 5.2.4 La riparabilità del danno morale: un percorso di estensione - 5.3. L’elaborazione di criteri di valutazione - 5. 3.1 La posizione della Corte Suprema - 5.3.2 L’esperienza di alcune province - 5.3.2.1 Il regolamento della Municipalità di Chongqing - 5.3.2.2 Il regolamento della provincia dello Shandong - 5.3.2.3 Il regolamento della provincia dell’ Anhui - 5.3.2.4 Il regolamento della provincia del Sichuan - 5.4 Conclusioni della sezione. - Sezione 6., I problemi più discussi - 6.1 Il problema della tutela del defunto - 6.2. Il dilemma tra uguaglianza e differenziazione - 6.3 Il problema di indennità per morte (siwang peichangjin) - 6.4 Conclusioni della sezione. - Sezione 7., Verso una legge speciale sulla responsabilità extracontrattuale: commento al progetto di codice civile del 2002 e ad altri due progetti di legge non ufficiali - 7.1 Il progetto di codice civile del 2002, 8. libro: la responsabilità extracontrattuale - 7.2 Il progetto della legge sulla responsabilità extracontrattuale di Wang Liming - 7.3 Il progetto della legge sulla responsabilità extracontrattuale di Yang Lixin - 7.4 Alcuni spunti di riflessioneen
format.extent64584 bytes-
format.extent40934 bytes-
format.extent1365116 bytes-
format.mimetypeapplication/pdf-
format.mimetypeapplication/pdf-
format.mimetypeapplication/pdf-
language.isoiten
relation.isbasedonX. Schipani, Responsabilità ex lege aquilia criteri di imputazione e problema della culpa, G. Giappichelli, Torino, 1969en
relation.isbasedonP. Gallo, Pene private e responsabilità civile, Giuffrè, Milano, 1996en
relation.isbasedonA. Manfredini, Contributi allo studio dell’iniuria in età repubblicana, Giuffrè, Milano, 1977en
relation.isbasedonP. G. Monateri, Il nuovo danno non patrimoniale: la nuova tassonomia del danno alla persona,en
subjectactio iniuriarumen
subjectdanno alla personaen
subjectdanno non patrimonialeen
subjectdanno moraleen
subjectdanno biologicoen
subjectdanno esistenzialeen
subjectresponsabilità extracontrattuale cineseen
subjectnon-pecuniary Damagesen
subjectmoral damagesen
subjectbiological damageen
subjectdamage existentialen
subjectchinese tort law draften
subject.classificationIUS/02 Diritto privato comparatoen
titleFatti ingiusti contro la persona nella prospettiva storico-comparativa: alcuni spunti di riflessione per diritto cineseen
title.alternativeThe personal injure in historical and comparative perspective: some reflection for the Chinese lawen
typeDoctoral thesisen
degree.nameDottorato in sistema giuridico romanistico e unificazione del dirittoen
degree.levelDottoratoen
degree.disciplineFacoltà di giurisprudenzaen
degree.grantorUniversità degli studi di Roma Tor Vergataen
relation.referenceP. G. Monateri, Il nuovo danno non patrimoniale: la nuova tassonomia del danno alla personaen
date.dateofdefenseA.A. 2007/2008en
Appears in Collections:Tesi di dottorato in giurisprudenza

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Abstract.pdfAbstract63KbAdobe PDFView/Open
Tesi di Chen han.pdfThesis1333KbAdobe PDFView/Open

Show simple item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.