DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Ingegneria >
Tesi di dottorato in ingegneria >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/686

Full metadata record

DC FieldValueLanguage
contributor.advisorBrutti, Carlo-
contributor.authorZanini, Alessandro-
date.accessioned2008-11-11T09:38:19Z-
date.available2008-11-11T09:38:19Z-
date.issued2008-11-11T09:38:19Z-
identifier.urihttp://hdl.handle.net/2108/686-
description20. cicloen
description.abstractViene studiata una nuova metodologia di diagnostica, basata sull’analisi di dati derivanti dall’Emissione Acustica (EA), per lo studio della nucleazione e della propagazione di difetti durante prove di laboratorio su provino sotto carico e serbatoi in pressione. L’applicazione dell’analisi frattale al segnale di EA risulta particolarmente efficace e permette di identificare la distribuzione spaziale delle sorgenti stesse, esplicitandone la correlazione tra gli eventi. E’ così possibile ottenere molte informazioni associate al danneggiamento dei differenti casi studiati. L’intensità della sollecitazione, il danneggiamento del pezzo, o lo stato di fatica del materiale, sono parametri strettamente correlati con l’EA. La dimensione frattale (Dt) evolve con il carico (sigma) o la pressione (p) o con il numero di cicli (N). Le curve Dt-sigma, Dt-p o Dt-N risultano utili per l’individuazione della nucleazione e propagazione del difetto e per l’identificazione di una condizione di incipiente collasso della struttura. I risultati ottenuti mediante questa tecnica suggeriscono la possibilità d’individuare con anticipo la formazione della cricca, rispetto a tecniche sperimentali e/o teoriche.en
description.abstractA new experimental methodology was investigated for the evaluation of material damage by analyzing the behavior of several specimens under stress. The application of fractal analysis to Acoustic Emission (AE) signal resulted particularly effective it is possible to characterize the spatial distribution of the prime AE sources, and the relationship between different event of AE. In fact, it is possible to obtain several information, associated with the damage of the different tested materials. The intensity of the prime stress, or the state of fatigue, of the material, i.e. of the flaws that damaged the rheology of the material during its previous stress history, is closely related to AE. The fractal dimension (D) evolves altogether with the stress (sigma) or the pressure (p) or the number of fatigue cycles (N). D-sigma, D-p and D-N curves resulted useful for identifying the condition of incipient collapse or nucleation and propagation of the fatigue cracks. The results of such experimental technique suggest that it is possible anticipating the detection of the crack onset, relating to other theoretical and/or experimental techniques.en
description.tableofcontentsCapitolo 1, La tecnica di misura dell’emissione acustica - 1.1 introduzione - 1.2 lineamenti di teoria - 1.2.1 le classi di distribuzione di kapteyn e il probit diagram - 1.3 procedimenti sperimentali - 1.4 l’emissione acustica come energia irradiata da una dislocazione in moto - 1.5 meccanismi di deformazione plastica - 1.6 meccanismi di frattura - 1.6.1 frattura fragile - 1.6.2 frattura duttile - 1.7 tecniche d’indagine per la nucleazione di una cricca di fatica - 1.8 l’EA e la crescita di una cricca di fatica - 1.9 deltaKth - determinazione mediante EA - 1.10 chiusura di una cricca di fatica - 1.11 relazione tra il numero di conteggi e la velocità di crescita della cricca - 1.12 infragilimento da idrogeno . - Capitolo 2, L’impiego della dimensione frattale nel trattamento dei dati di emissione acustica - 2.1 - introduzione - 2.2 auto-somiglianza - 2.3 curva di Koch - 2.3.1 costruzione geometrica - 2.3.2 la lunghezza della curva di Koch - 2.4 le serie geometriche e la curva di Koch - 2.4.1 l’auto-somiglianza nelle serie geometriche - 2.5 proprietà: lunghezza, area, dimensione - 2.5.1 la lunghezza delle curve frattali - 2.6 la dimensione - 2.6.1 self-similarity dimension e compass dimension - 2.6.2 box-counting dimension - 2.6.3 le dimensioni frattali e le loro limitazioni - 2.7 la sezione aurea la successione di Fibonacci. - Capitolo 3, Box counting method: il caso delle sollecitazioni statiche - 3.1 la barra d’acciaio virgo - 3.1.1 introduzione - 3.1.2 la procedura sperimentale - 3.1.3 i risultati sperimentali - 3.1.4 analisi dei dati e risultati - 3.2 la barra di fibra di carbonio - 3.2.1 la prova sperimentale e l’analisi dati - 3.3 conclusioni. - Capitolo 4, Box counting method: il caso dei serbatoi in pressione - 4.1 il serbatoio in pressione per il gpl - 4.1.1 introduzione - 4.2 la prova di ea e i parametri caratteristici - 4.2.1 indici di valutazione icse ed isre - 4.2.2 indicatore sintetico - 4.2.3 la prova di emissione acustica - 4.3 applicazione dell’analisi frattale - 4.4 conclusioni. - Capitolo 5, Box counting method: il caso della prova di fatica - 5.1 la prova di fatica - 5.2 i risultati delle prove - 5.3 Conclusioni - Bibliografiaen
format.extent6886 bytes-
format.extent21082 bytes-
format.extent2838264 bytes-
format.mimetypeapplication/pdf-
format.mimetypeapplication/pdf-
format.mimetypeapplication/pdf-
language.isoiten
subjectemissione acusticaen
subjectacoustic emissionen
subjectfaticaen
subjectfatigueen
subjectnucleazione di criccaen
subjectcrack nucleationen
subjectanalisi frattaleen
subjectfractal analysisen
subjectbox counting dimensionen
titleAnalisi dei dati da emissione acustica per la valutazione del danneggiamento strutturaleen
title.alternativeAcoustic emission analysis for structure damage evaluationen
typeDoctoral thesisen
degree.nameDottorato in progettazione dei sistemi meccanicien
degree.levelDottoratoen
degree.disciplineFacoltà di ingegneriaen
degree.grantorUniversità degli studi di Roma Tor Vergataen
date.dateofdefenseA.A. 2006/2007en
Appears in Collections:Tesi di dottorato in ingegneria

Files in This Item:

File Description SizeFormat
abstract.pdfAbstract20KbAdobe PDFView/Open
Tesi-XXCiclo-AZanini_rev2.pdfThesis2771KbAdobe PDFView/Open

Show simple item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.