DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Lettere e Filosofia >
Tesi di dottorato in lettere e filosofia >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/663

Full metadata record

DC FieldValueLanguage
contributor.advisorFaccioli, Marina-
contributor.authorCarbone, Luisa-
date.accessioned2008-10-06T10:07:02Z-
date.available2008-10-06T10:07:02Z-
date.issued2008-10-06T10:07:02Z-
identifier.urihttp://hdl.handle.net/2108/663-
description20. cicloen
description.abstractIl lavoro di ricerca ha l’intento di definire il carattere costruttivo delle immagini e delle rappresentazioni nel dar forma a nuovi scenari urbani. La condizione contemporanea della città impone, infatti, di prendere in considerazione il delicato equilibrio tra continuità e trasformazione che interessa il rapporto città/territorio, il disarticolarsi e riarticolarsi di territori e di paesaggi che solo la molteplicità dei linguaggi tecnologici può aiutare a decifrare. Ogni linguaggio tecnico orienta e media le rappresentazioni possibili, è meglio dunque essere consapevoli di questi effetti di mediazione per scegliere le forme d’analisi più idonee e cercare di controllare gli effetti inattesi. Non vi è, infatti, immagine influente che non ricorra a forme evidenti di rappresentazione, così come non vi è rappresentazione tecnica che non tragga senso e forza da una visione almeno parzialmente condivisa. Questo significa che ogni elaborazione rappresenta una “possibilità collettiva” in un certo orizzonte spaziale e temporale, che implica responsabilità di scelta e di sperimentazione. È indispensabile una metodologia per valutare correttamente i valori in gioco nel comunicare un’idea di città o di progetto urbano. Pertanto diventa importante indagare come la rappresentazione si confronta con un’idea di città che oggi si articola in una moltiplicità di forme. In questa direzione si sviluppa l'interesse per l’esito geografico urbano delle trasformazioni in atto nella periferia Sud di Roma, nella centralità metropolitana di Tor Vergata. Nello specifico ciò che si vuol analizzare è la complessità dei rapporti che lega il Campus universitario all'universo discorsivo che lo riguarda. Esso, infatti, si impone come tessuto iperconnettivo e performativo che salda le realtà concrete delle ex borgate abusive con le loro immagini e con gli immaginari futuri di periferie riqualificate, elevate nel Nuovo Piano Regolatore di Roma al rango di Centralità locali.en
description.tableofcontentsIntroduzione - 1. Il territorio e la rappresentazione geografica - 1. 1 La questione della rappresentazione - 1. 2 Il ruolo della rappresentazione - 1. 3 L’immagine della rappresentazione - 1. 4 Le dinamiche della performative mapping di un territorio. - 2. Lo scenario delle trasformazioni territoriali di Tor Vergata - 2.1 Il territorio degli eventi - 2.2 Consenso e persuasione - 2.3 Atto e potenza del modello territoriale di Tor Vergata - 3. L’Overlay mapping di Tor Vergata - 3.1 La frammentarietà “rizomatica” di Tor Vergata - 3.2 La progettazione dell’imago urbis di Tor Vergata - Conclusioni - Bibliografiaen
format.extent35673823 bytes-
format.mimetypeapplication/pdf-
language.isoiten
subject.classificationM-GGR /02 Geografia economico-politicaen
titleNuovi linguaggi interpretativi per la rappresentazione geografica del territorio di Tor Vergataen
typeDoctoral thesisen
degree.nameDottorato in cultura e territorioen
degree.levelDottoratoen
degree.disciplineFacoltà di lettere e filosofiaen
degree.grantorUniversità degli studi di Roma Tor Vergataen
date.dateofdefenseA.A. 2007/2008en
Appears in Collections:Tesi di dottorato in lettere e filosofia

Files in This Item:

File Description SizeFormat
tesi_dottorato_carbone.pdf34837KbAdobe PDFView/Open

Show simple item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.