DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali >
Tesi di dottorato in scienze matematiche e fisiche >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/223

Full metadata record

DC FieldValueLanguage
contributor.advisorDoria, Gino-
contributor.authorSacchi, Alessandra-
date.accessioned2006-03-07T11:39:37Z-
date.available2006-03-07T11:39:37Z-
date.issued2006-03-07T11:39:37Z-
identifier.urihttp://hdl.handle.net/2108/223-
description.abstractABSTRACT Dendritic cells (DC) are professional antigen presenting cells that play a central role in the induction and regulation of immune response towards microbes. In the present study, the capacity of monocytes isolated from HIV+ Caucasian and African patients to differentiate into fully mature DC (MoDC) was evaluated. Moreover the ability of MoDC to induce an HIV specific immune response was investigated. We show that monocytes isolated from HIV infected patients at different stage of the disease are able to differentiate into MoDC in the presence of GM-CSF and IL-4. However, MoDC from 30% of Caucasian and 45% of African patients did not express CD1a molecule on their membrane giving rise to an homogeneus population CD11c+ CD1a-. We observed that the presence of the CD11c+ CD1a- population correlates with the higher percentage of HIV-specific CD4+ T cells producing IL-4. Moreover, in contrast to CD11c+ CD1a+, the CD11c+ CD1a- MoDC produce IL-10 and not IL-12 and when cultured with naive T cells induce a Th2-like polarisation. We found that patients giving rise the CD11c+ CD1a- have a lower CD4 T cell count and higher viral load compared with patients giving rise CD11c+ CD1a+ MoDC. These results suggest that the CD11c+ CD1a- MoDC phenotype correlates with a shift towards a Th2-like immune response and the progression of the disease. Furthermore, we evaluated the maturation state of the peripheral blood DC, observing that plasmacytoid DC from HIV patients express higher level of CD86 compared with healthy donors, suggesting an activated state of that population. Moreover, in HIV patients we found a direct correlation between the expression of CD86 and the viral load, indicating a role of DC in the chronic activation of the immune system associated with the lack of control of the infection.en
description.tableofcontentsABSTRACT Le cellule dendritiche (DC) sono cellule presentanti l’antigene professionali che svolgono un ruolo centrale nell’induzione e regolazione della risposta immunitaria verso i patogeni. In questo studio è stata investigata la capacità dei monociti isolati da pazienti HIV+ di origine Africana e Caucasica di differenziare in DC (MoDC) mature e l’abilità delle cellule risultanti di indurre una risposta HIV specifica. Abbiamo osseravto che i monociti isolati da pazienti infettati da HIV e a diversi stadi della malattia, sono capaci di differenziare in MoDC in presenza di GM-CSF e IL-4, ma circa nel 30% dei pazienti Caucasici e nel 45% di quelli Africani le MoDC non esprimono il CD1a dando origine ad una popolazione omogenea CD11c+ CD1a-. La generazione di tali cellule correla con la presenza di una percentuale maggiore di linfociti T CD4 HIV specifici che producono IL-4. Inoltre le MoDC CD11c+ CD1a-, al contrario delle MoDC CD11c+ CD1a+, producono IL-10 e non IL-12 e quando sono coltivate con cellule naive inducono una polarizzazione di tipo Th2-like. Infine, pazienti da cui si generano MoDC CD11c+ CD1a- hanno un numero di linfociti T CD4 inferiore rispetto a quelli da cui si generano MoDC CD11c+ CD1a+, e la loro carica virale è più alta. Tali risultati suggeriscono che la generazione di MoDC CD11c+ CD1a- correla con uno shift verso la riposta immune di tipo Th2-like e con la progressione della malattia indotta da HIV. È stato inoltre valutato lo stato maturativo delle DC del sangue periferico; lo studio indica che le DC plasmacitoidi dei pazienti HIV+ presentano una maggiore espressione del CD86 rispetto ad individui sani, suggerendo che tali cellule si trovano in uno stato attivato. Inoltre tra i pazienti HIV+, vi è una correlazione positiva tra l’espressione del CD86 e la carica virale, indicando un coinvolgimento delle DC nell’attivazione cronica del sistema immunitario associata al mancato controllo dell’infezione.en
format.extent2240145 bytes-
format.mimetypeapplication/pdf-
subjectHIVen
subjectMoDCen
subjectCD1aen
subjectTh1/Th2en
titleCellule dendritiche e patogenesi indotta da HIV : ruolo svolto nell'induzione di citochine th2-likeen
typeThesisen
degree.nameTesi di Dottorato in Immunologiaen
degree.levelDottoratoen
degree.disciplineFacoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturalien
degree.grantorUniversità degli studi di Roma Tor Vergataen
date.dateofdefense2003/2004en
Appears in Collections:Tesi di dottorato in scienze matematiche e fisiche

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Tesi Dottorato Sacchi.pdf2187KbAdobe PDFView/Open

Show simple item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.