DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Economia >
Tesi di dottorato in economia >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/1401

Full metadata record

DC FieldValueLanguage
contributor.advisorBecchetti, Leonardo-
contributor.authorGarcia, Maria Melody-
date.accessioned2010-08-05T14:32:29Z-
date.available2010-08-05T14:32:29Z-
date.issued2010-08-05T14:32:29Z-
identifier.urihttp://hdl.handle.net/2108/1401-
description22. cicloen
description.abstractI Parte. Saggio sulla valutazione d’impatto e governance nelle Filippine. Titolo: Può l’informazione sulla performance del governo locale indurre la partecipazione civile? Riscontri dalle Filippine. (Journal of Development Studies, in fase di pubblicazione). La domanda se la popolazione sia motivata a impegnarsi in attività civiche una volta informata della performance dei loro governi locali è rilevante per molti paesi in via di sviluppo che hanno adottato la decentralizzazione. Applicando la tecnica del propensity score matching su un originale dataset di famiglie intervistate nelle Filippine, gli autori trovano che la conoscenza dell’indice di performance del governo locale ha un impatto positivo e statisticamente significativo sulla probabilità di partecipare ad organizzazioni civiche e progetti locali. In questo modo, i risultati supportano le politiche a favore di una più grande trasparenza nella governance locale per rafforzare il senso di cittadinanza.en
description.abstractTitolo: Che differenza può fare il performance rating? Stima della capacità del governo locale delle Filippine di rispondere alle esigenze della comunità locale usando la metodologia difference-in-difference. In molti paesi che hanno attuato la decentralizzazione, si enfatizza sempre di più la volontà di migliorare la credibilità degli amministratori locali al fine di renderli più sensibili ai bisogni dei loro cittadini. Questo articolo dimostra con evidenze empiriche che la comunicazione pubblica degli indici di performance possono indurre i governi locali a diventare più ricettivi. I risultati sono basati sull’applicazione della metodologia difference-in-difference su di un originale dataset di famiglie intervistate durante un progetto pilota di 3 anni che riguardava un sistema di valutazione amministrativa in 12 municipalità e città delle Filippine. I risultati sono consistenti con quanto previsto dai modelli sugli organismi politici riguardo al comportamento dell’utente. Si traggono alcune linee guida sui canoni da rispettare per disegnare ed implementare indicatori di performance.en
description.abstractParte II. Saggi sulle Banche Etiche in Italia. Titolo: Credit rationing e credit view: evidenze empiriche da dati sui prestiti. La letteratura empirica ha provato a identificare il credit rationing e le sue determinanti usando dati di bilanci o di indagini sulle imprese. In questi studi ci sono però forti problemi di equivalenza dell’osservazione, d’identificazione e di bias nelle interviste. L’articolo analizza le determinanti del credit rationing direttamente sui files di credito guardando alla differenza tra l’ammontare richiesto e quello erogato a ciascun creditore da dati bancari ufficiali. Usando modelli di scelta discreta, i risultati micro econometrici trovati supportano l’ipotesi del credit view, dimostrando che il tasso di rifinanziamento della Banca Centrale Europea è significativamente e positivamente correlato con una parte (ma non tutto) il fenomeno del credit rationing. Questo risultato è consistente con l’ipotesi che tale variabile abbia un’influenza sul volume totale dei prestiti bancari.en
description.abstractTitolo: Le teorie sul collateral funzionano anche per le banche etiche? Gli autori studiano le determinanti della collateralizzazione di un insieme di file di credito di persone giuridiche in una banca del tipo “Grameen” (Banca Popolare Etica) che cerca di riconciliare la sostenibilità economica con il perseguimento di fini sociali. La percentuale molto alta di prestiti non collateralizzati (circa il 42 percento) appare consistente con un approccio multi stakeholder (orientato al cliente) che internalizza i costi sociali di un fallimento dei creditori collateralizzati. Facendo uso di un’approccio multinomial logit, i risultati trovati documentano che la collateralizzazione dipende positivamente dal rischio ex ante del creditore (individuato con una proxy dai record di passata insolvenza) e, negativamente, dal rapporto con il prestatore. L’effetto dell’incentivo sembra funzionare dato che i creditori colletarizzati sono ex ante, ma non ex post, più rischiosi.en
description.abstractPart I. Essays on Impact Evaluation and Governance in the Philippines. Title: Can information about local government performance induce civic participation? Evidence from the Philippines (Journal of Development Studies, forthcoming) The question of whether people are motivated to engage in civic activities once informed of their local government’s performance is relevant to many developing countries that adopted decentralization. Applying propensity score matching technique on a unique household-level dataset from the Philippines, it is found that the knowledge of an index of local government performance has positive and statistically significant effects on the likelihood of membership in local organizations and participation in local projects. Thus, the results support policies for greater transparency in local governance to deepen citizenship.en
description.abstractTitle: What difference can performance ratings make? Difference-in-difference estimates of impact on local government responsiveness in the Philippines. In many countries that have decentralized, improving the accountability of local officials is increasingly emphasized to make them more responsive to their constituents’ needs. This paper provides evidence that the public announcement of performance ratings can induce local governments to become responsive. The evidence is based on application of a difference-in-difference method on a unique household-level dataset collected during the three-year pilot test of a rating system in 12 municipalities and cities in the Philippines. The results are consistent with the predictions of political agency models of incumbent behavior. Some policy guidelines on the design and implementation performance benchmarks are made.en
description.abstractPart II. Essays on Social Banking in Italy. Title: Credit rationing and credit view: empirical evidence from loan data. The empirical literature tries to identify credit rationing and its determinants by using balance sheet data or evidence from corporate surveys. Observational equivalence, identification problems, and interview biases are serious problems in these studies. The paper analyses the determinants of credit rationing directly on credit files by looking at the difference between the amount demanded and supplied to each borrower from official bank records. Using discrete choice models, the findings provide microeconomic evidence in support of the credit view hypothesis showing that the European Central Bank refinancing rate is significantly and positively related to partial (but not total) credit rationing. This finding is consistent with the hypothesis that such variable affects the total volume of bank loans.en
description.abstractTitle: Do collateral theories work in social banking. We study the determinants of collateralization on the universe of credit files of non individual borrowers in a “Grameen’s type” Bank (Banca Popolare Etica) which aims to reconcile economic sustainability with the pursuit of social goals. The extremely high share of uncollateralized loans (around 42 percent) appears consistent with a multi stakeholder (customer oriented) approach which internalizes the welfare costs of default of collateralized borrowers. Using multinomial logit approach, the findings document that collateralization depends positively on ex ante borrower’s risk (proxied by non performing past track record) and, negatively, on relationship lending. The incentive effect seems to work since collateralized borrowers are ex ante, but not ex post, riskier.en
format.extent822925 bytes-
format.mimetypeapplication/pdf-
language.isoenen
subjectimpact evaluationen
subjectgovernanceen
subjectcollateralen
subjectcredit rationingen
subjectlocal governmentsen
subjectperformance ratingsen
subjectdecentralizationen
subjectquasi-experimental designen
subject.classificationSECS-P/01 Economia politicaen
titleSaggi sulla valutazione d'impatto e governance nelle Filippine e sul Social Banking in Italiaen
title.alternativeEssays on impact evaluation and governance in the Philippines and on social banking in Italyen
typeDoctoral thesisen
degree.nameEconomia internazionaleen
degree.levelDottoratoen
degree.disciplineFacoltà di Economiaen
degree.grantorUniversità degli studi di Roma Tor Vergataen
date.dateofdefenseA.A. 2009/2010en
Appears in Collections:Tesi di dottorato in economia

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Maria Melody Garcia_Thesis Sept282009.pdf803KbAdobe PDFView/Open

Show simple item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.