DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Giurisprudenza >
Tesi di dottorato in giurisprudenza >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/1376

Full metadata record

DC FieldValueLanguage
contributor.advisorSchipani, Sandro-
contributor.authorHai Yang, Dou-
date.accessioned2010-08-03T13:25:10Z-
date.available2010-08-03T13:25:10Z-
date.issued2010-08-03T13:25:10Z-
identifier.urihttp://hdl.handle.net/2108/1376-
description22. cicloen
description.abstractIl problema centrale della ricerca si rivolge alle responsabilità speciali che cadono su un soggetto diverso da quello che ha cagionato il danno. Per quanto riguarda tale responsabilità per fatto altrui, è analizzata, facendo ricorso al metodo proprio dei giuristi romani, attraverso il quale si comprende la varietà di prospettive presenti nel sistema e si individua la “migliore e più equa”. Sulla base dell’analisi, si elabora la ricostruzione della responsabilità per fatto altrui nel diritto cinese. Perciò, la presente tesi ha la seguente struttura: Nella prima parte della tesi, è analizzata la responsabilità per fatto altrui nel diritto romano. Le fattispecie fondamentali furono configurate dalle azioni, cioè l’actio noxalis adversus paterfamilias per il fatto dannoso delle persone in potestà, le actiones furti et damni adversus nautas caupones stabularios, nonché dalla responsabilità per il danno cagionato dall’incapace di intendere o di volere. Prendendo in considerazione queste fattispecie, il diritto romano ha prestato un’attenzione particolare alla tutela dell’interesse delle vittime. Dunque, i giuristi romani preferiscono cercare il fondamento della responsabilità per fatto altrui nei criteri oggettivi, cioè i rapporti speciali tra i responsabili e gli autori del fatto, più precisamente: nell’actio noxalis adversus paterfamilias è il rapporto di potestà tra i padri di famiglia e i figli o i padroni e i servi, cioè il ruolo del paterfamilias di sostegno di tutti gli altri componenti della stessa, che non esclude la loro responsabilità personale (consegna a nossa; disciplina interna alla famiglia); nella responsabilità per il danno cagionato dall’incapace di intendere o di volere è il rapporto di sorveglianza tra i sorveglianti e gli incapaci, cioè una forma di cura, diligente attenzione; nell’actiones in factum adversus nautas, caupones, stabularios è il rapporto di preposizione tra gli armatori, i locandieri, i titolari della stazione e i loro dipendenti, cioè il ruolo del titolare dell’attività imprenditoriale e direttiva che non esclude la responsabilità personale di regresso. Tali criteri oggettivi, lasciando l’imputazione della colpa o del dolo dei responsabili, prevalgono nei confronti della coerenza logica del rapporto fra riprovevolezza della condotta e punizione. Si sviluppa quindi la considerazione di un ruolo non afflittivo della sanzione, ma risarcitorio sulla base di esigenze di ripartizione dei danni. Insomma, nel sistema della responsabilità extracontrattuale, la responsabilità per fatto altrui, basandosi sul rapporto speciale tra il responsabile e l’autore del fatto, svolge un ruolo di eccezione rispetto al principio della colpa, il quale, come centro del sistema, è capace di espandersi dinamicamente a qualsiasi situazione concreta, anche nuova. Questa impostazione del diritto romano viene seguita dai codici civili del sistema romanistico. Quindi, nella seconda parte della tesi, è analizzata la responsabilità per fatto altrui nei codici civili del sistema romanistico. L’analisi verte principalmente sul codice civile italiano del 1865 e del 1942, accennando tuttavia anche ai codici civili di altri paesi. Nei codici civili del sistema romanistico, oltre all’esistenza di qualche differenza, possiamo trovare soprattutto due punti simili molto importanti che sono derivati dal comune suddetto modello del diritto romano. Cioè: 1. in tutti i codici civili, la responsabilità per fatto altrui si riferisce a tre categorie principali di fattispecie, ossia la responsabilità dei sorveglianti per il fatto degli incapaci, la responsabilità dei genitori e dei sostituti per il fatto dei minori, la responsabilità dei preponenti per il fatto dei preposti; 2. nel sistema della responsabilità extracontrattuale, la responsabilità per fatto altrui, basandosi sui rapporti intercorrenti tra i responsabili e gli autori del fatto, deroga al principio generale della colpa allo scopo di tutelare l’interesse delle vittime. Nella terza parte della presente tesi, è analizzata la responsabilità per fatto altrui nel sistema della responsabilità extracontrattuale del diritto cinese. La redazione della responsabilità per fatto altrui nel diritto cinese non è altro che il risultato del confronto dei precedenti dei codici civili del sistema romanistico, cioè dell’accoglimento dei punti simili e della scelta in presenza di differenze. Infine, la responsabilità per fatto altrui nel sistema della nuova legge sulla responsabilità extracontrattuale è impostata secondo la linea seguente: 1. il concetto di ‘responsabilità per fatto altrui’ indica una responsabilità speciale secondo cui chi è tenuto al risarcimento non è l’autore materiale dell’evento di danno per il terzo, bensì è un diverso soggetto; 2. tale responsabilità si configura in relazione a tre categorie di fattispecie basate su rapporti fondamentali tra i soggetti responsabili e gli autori del fatto: la prima è la categoria delle fattispecie della responsabilità dei sorveglianti per il fatto degli incapaci basate sul rapporto di sorveglianza; la seconda è la categoria delle fattispecie della responsabilità dei genitori, ecc., per il fatto dei minori basate sul rapporto di potestà; la terza è la categoria delle fattispecie della responsabilità dei preponenti per il fatto dei preposti basate sul rapporto di preposizione; 3. nel sistema della responsabilità extracontrattuale, le responsabilità per fatto altrui, come le fattispecie speciali, derogano al principio generale della colpa.en
description.abstractThe central problem of this research is dedicated to the vicarious liabilities which fall on a person who is different from the person causing the damage. Regarding this special liability, it is analyzed in this thesis by using the Roman jurists’ method. And through this method we can understand the variety of perspectives in the system and identify the better solution. Based on the analysis, I draw the reconstruction of the vicarious liability in Chinese law. Therefore, this thesis has the following structure: In the first part, the vicarious liability in Roman law is analyzed. The fundamental cases are the actio noxalis adversus paterfamilias for the harmful conduct of the person under the paterfamilias’s power, the actiones furti et damni adversus nautas caupones stabularios and the liability for the damage caused by the person who lacks the capacity. As to these cases, the Roman law has paid particular attention to the protection of victims. Thus, the Roman jurists prefer to seek the basis of the vicarious liability in objective criterions, that is the special relationship between responsible person and tortfeasor: in the actio noxalis adversus paterfamilias it is the relationship of potestas between paterfamilias and his children or servants, which is the paterfamilias’s role of support to all other components of his family; in the liability for the damage caused by the person who lacks the capacity it is the guardianship between guardian and ward, which is a form of custody, that is diligent attention; in the actiones in factum adversus nautas, caupones, stabularios it is the relationship of preposition between ship-owners, innkeepers, stable-owners, and their employees, that is the role of the above-mentioned responsible persons which do not exclude the personal liability for recovery. These objective criterions, leaving the imputation of fault or intent of those responsible persons, surpass the logical consistency of the relationship between the blame of conduct and punishment. Therefore, it develops the consideration of a role that isn’t the punishment of conduct, but the compensation of damage. In short, in the system of non-contractual liability, the vicarious liability, which is based on the special relationship between responsible person and tortfeasor, plays a role of exception of the principle of fault that is the center of the system and is able to expand dynamically in any concrete and even new situation. This formulation of the Roman law is followed by the civil codes of the Roman law systems. Then, the vicarious liability in the civil codes of the Roman law systems is analyzed in the second part of the thesis. The analysis focuses mainly on the Italian civil code of 1865 and 1942, pointing also to the other countries’ civil codes. In the civil codes of the Roman law systems, besides the existence of some differences, we can find mainly two important points which are derived from the common model of Roman law. Namely: 1. in all of the civil codes, the vicarious liability refers to three main categories of cases: the guardian’s liability for the conduct of the person who lacks capacity; the liability of parents and their substitutes for the conduct of minors, the employer’s liability for the conduct of his employees; 2. in the system of non-contractual liability, the vicarious liability, based on the relationship between responsible person and tortfeasor, departs from the general principle of fault in order to protect the interest of victims. In the third part, the vicarious liability in the system of non-contractual liability in Chinese law is analyzed. The drafting of the vicarious liability in the Chinese law is only the result of comparing the precedents of civil codes of the Roman law systems, that is to say the success of similar points and the choice in the presence of differences. Finally, the vicarious liability in the system of the new law on non-contractual liability is set according to the following line: 1. the concept of ‘vicarious liability’ means that a special liability in which the person who is liable to compensation is not the one who has caused the damage to victim, but is a different subject; 2. such liability is configured in relation to three categories of cases based on fundamental relationships between the responsible persons and tortfeasors: the first is the category of the cases about the guardian’s liability for the conduct of ward based on the guardianship; the second is the category of the cases about the liability of parents and their substitute for the conduct of children based on the relationship of authority; the third is the category of case the employer’s liability for the conduct of the employee based on the relationship of preposition; 3. in the system of non-contractual liability, the vicarious liabilities, as the special cases, depart from the general principle of fault.en
format.extent27696 bytes-
format.extent1429921 bytes-
format.mimetypeapplication/pdf-
format.mimetypeapplication/pdf-
language.isoiten
subjectresponsabilità per fatto altruien
subjectsistema romanistico della responsabilità extracontrattualeen
subjectactio noxalis adversus paterfamiliasen
subjectactiones furti et damni in factum adversus nautas caupones stabulariosen
subjectresponsabilità dei sorveglianti per il fatto degli incapacien
subjectresponsabilità dei genitori e dei sostituti per il fatto dei minorien
subjectresponsabilità dei preponenti per il fatto dei prepostien
subjectdiritto cineseen
subjectdiritto romanoen
subjectdiritto italianoen
subject.classificationIUS/02 Diritto privato comparatoen
titleResponsabilità per fatto altrui: osservazione dal sistema della responsabilità extracontrattualeen
title.alternativeLiability for others: observation from the system of non-contractual liabilityen
typeDoctoral thesisen
degree.nameSistema giuridico-romanistico: unificazione del diritto e diritto dell'integrazioneen
degree.levelDottoratoen
degree.disciplineFacoltà di giurisprudenzaen
degree.grantorUniversità degli studi di Roma Tor Vergataen
date.dateofdefenseA.A. 2009/2010en
Appears in Collections:Tesi di dottorato in giurisprudenza

Files in This Item:

File Description SizeFormat
tesi.pdf1396KbAdobe PDFView/Open

Show simple item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.