DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Lettere e Filosofia >
Tesi di dottorato in lettere e filosofia >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/1372

Title: Giustizia di antico regime: il Tribunale criminale dell'Auditor Camerae (secc. XVI-XVII)
Authors: Formica, Marina
Cicerchia, Andrea
Keywords: Auditor Camerae
Chiesa
giurisdizione
Antico Regime
pontefice
giustizia
territorio
Stato della Chiesa
tribunale
Issue Date: 3-Aug-2010
Abstract: Questa ricerca si propone di ripercorrere le linee applicative del governo della giustizia all’interno della macchina statale pontificia nei secoli di antico regime. In particolare è stata presa in analisi la lunga parabola evolutiva della giurisdizione criminale di una magistratura ordinaria per la città di Roma e centrale (in grado di appello) per l’intero territorio statale: il Tribunale criminale dell’Auditor Camerae, autonomo dal 1485 dalla Camera apostolica, dotato di ampia autorità, civile e criminale, nei confronti di ecclesiastici e laici di curia. Le sue vaste competenze in materia camerale lo connotarono, sin dagli inizi del XVI secolo, come organo principale nell’erogazione della giustizia civile nella città tiberina; la caratteristica “bifronte” (spirituale e temporale) tipica del potere pontificio condusse inoltre il Tribunale ad estendere – in materia camerale e di inadempienza alle bolle pontificie – la propria giurisdizione “sin dove era accesso alla croce”, con la fac...
Description: 22. ciclo
URI: http://hdl.handle.net/2108/1372
Appears in Collections:Tesi di dottorato in lettere e filosofia

Files in This Item:

File Description SizeFormat
TESI DI DOTTORATO - Andrea Cicerchia.pdf2309KbAdobe PDFView/Open

Show full item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.