DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Economia >
Tesi di dottorato in economia >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/1260

Full metadata record

DC FieldValueLanguage
contributor.advisorFarina, Vincenzo-
contributor.authorSpagnoletti Zeuli, Emanuele-
date.accessioned2010-04-29T14:34:45Z-
date.available2010-04-29T14:34:45Z-
date.issued2010-04-29T14:34:45Z-
identifier.urihttp://hdl.handle.net/2108/1260-
description22. cicloen
description.abstractL’attuale dibattito circa la pro-ciclicità causata dalle politiche di accantonamento per perdite su crediti operate dalle banche e gli effetti combinati del Nuovo Accordo sul Capitale di Basilea II e i Principi Contabili Internazionali IAS/IFRS, suggerisce una profonda analisi delle politiche di accantonamento operate dalle banche e sui loro effetti in termini di riduzione e/o eliminazione della pro-ciclicità dei prestiti da queste effetuati. Il principale obiettivo di questo paper è quello di descrivere la relazione che lega alcuni modelli di accantonamento per perdite su crediti adottati dagli intermediari finanziari al fine di coprire le proprie perdite su crediti, alla pro-ciclicità delle loro politiche di concessione del credito. In particolare, dopo aver mostrato i differenti modelli di accantonamento contabile esistenti, focalizzerò le mie analisi sulle logiche, il funzionamento ed il trattamento prudenziale del sistema di “accantonamento dinamico” attualmente utilizzato dalle banche spagnole. Infine dimostrerò se quel sistema di accantonamento possa ridurre la pro-ciclicità del prestito bancario italiano. Di conseguenza la domanda di ricerca di questo paper è la seguente: in accordo con i Principi Conatabili Internazionali e gli Accordi di Basile II, potrebbe il sistema di accantonamento dinamico spagnolo ridurre o eliminare la pro-ciclicità del prestito bancario italiano? Essa è una utile domanda di ricerca poiché le maggiori crisi finanziarie bancarie degli anni recenti, che potrebbero essere interpretate come un esempio di eccesso di pro-ciclicità del credito bancario, suggerisce alcune riflessioni circa la correttezza dei modelli di accantonamento per perdite su crediti adottati dalle banche ed il loro impatto sul ciclo economico. Al fine di raggiungere tali obiettivi, questo paper infine porrà in relazione gli accantonamenti effettutati da un campione di banche italiane seguendo un sistema simulato di accantonamento dinamico e l’indice di crescita del Prodotto Interno Lordo, nello stesso periodo. Il tentativo di dare una risposta sulla possibilità che uno specifico approccio di acantonamento per perdite su crediti adottato dalle banche elimini la pro-ciclicità dei propri accantonamenti effettivi e la originalità della metodologia utilizzata per cercare tale risposta, distingue il presente lavoro di ricerca dagli altri contributi, peraltro ampiamente già esistenti in materia. Parole chiave: IAS/IFRS, Basilea 2, rischio di credito, accantonamenti statisticien
description.abstractThe current debate about the pro-cyclicality caused by loan loss provisioning policies adopted by banks and the combined effects of the New Basel II Accord and the International Accounting Standards (IAS/IFRS), suggests a thorough analysis of the provisioning policies adopted by banks and their effects in terms of reducing/eliminating pro-cyclicality. The main objective of this paper is to describe the relation that connects some loan loss provisioning models adopted by financial intermediaries in order to cover their credit losses, to the pro-cyclicality of their lending policies. In particular, after showing the different existing provisioning accounting models, I focus my analysis on the rationale, the functioning and the prudential treatment of the “dynamic provisioning” system currently adopted by Spanish banks. Finally I verify if this provisioning system could reduce the pro-cyclicality of Italian banks lending behaviours. As a consequence the research question of this paper is: according to International Accounting Standards and Basle II Accord, could the Spanish dynamic-provisioning system reduce or eliminate the pro-cyclicality of Italian bank lending? It is a useful research question because the biggest international crisis in financial banking that occurred during recent years which could be interpreted as an example of excess pro-cyclicality in banking, suggests some reflections about the correctness of the loan loss provisioning models adopted by banks and their impact on the economic cycle. In order to reach this objective, this paper analyzes the impact of a simulated dynamic provisioning system for Italian banks. The attempt to give an answer regarding the possibility of a particular loan loss provisioning approach, to eliminate the pro-cyclicality of banks effective provisions and the originality of the methodology used to find this answer distinguishes my work from the other contributions widely existing in this subject. Key words: IAS/IFRS, Basel 2, credit risk, loan loss provisioningen
format.extent401419 bytes-
format.extent53566 bytes-
format.mimetypeapplication/pdf-
format.mimetypeapplication/pdf-
language.isoenen
subjectIAS/IFRSen
subjectBasel 2en
subjectcredit risken
subjectloan loss provisioningen
subject.classificationSECS-P/11 Economia degli intermediari finanziarien
titleLoan loss provisioning policies by financial intermediaries between IAS/IFRS and Basel II: the Spanish dynamic provisioning modelen
typeDoctoral thesisen
degree.nameBanca e finanzaen
degree.levelDottoratoen
degree.disciplineFacoltà di economiaen
degree.grantorUniversità degli studi di Roma Tor Vergataen
date.dateofdefenseA.A. 2009/2010en
Appears in Collections:Tesi di dottorato in economia

Files in This Item:

File Description SizeFormat
Tesi finale di dottorato_ESZ.pdf392KbAdobe PDFView/Open

Show simple item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.