DSpace - Tor Vergata >
Facoltà di Giurisprudenza >
Tesi di dottorato in giurisprudenza >

Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2108/1090

Title: La risposta sanzionatoria e il potere discrezionale del giudice: con particolare riferimento al ruolo e al significato della recidiva nella teoria della pena
Authors: Rampioni, Roberto
Rocchi, Francesca
Keywords: pena
potere discrezionale del giudice penale
recidiva
circostanze del reato
cornici edittali
certezza della pena
misure di sicurezza
riforma del codice penale
principio rieducativo della pena
concezione polifunzionale della pena
Issue Date: 2-Sep-2009
Abstract: Nonostante la maggior parte degli interpreti e delle Commissioni ministeriali istituite negli ultimi decenni per riformare il codice penale abbiano rintracciato nell’eccessivo potere discrezionale del giudice nella commisurazione della pena la principale ragione dell’ineffettività del sistema sanzionatorio italiano, la ricerca sviluppata in questa tesi, anche a livello comparatistico, ha invece individuato due diverse ragioni di tipo tecnico giuridico alla base della crisi della certezza della pena e dell’eccessivo divario tra pena in astratto e pena in concreto. La prima consiste nell’inadeguatezza delle pene edittali, sia a livello qualitativo che quantitativo. La struttura carcerocentrica del sistema punitivo italiano sembra, infatti, ormai anacronistica e contrastante con le attuali tendenze dei più moderni sistemi penali, promosse anche dalla comunità scientifica internazionale, per evitare gli effetti negativi e controproducenti della pena detentiva, soprattutto se di breve dura...
Description: 21. ciclo
URI: http://hdl.handle.net/2108/1090
Appears in Collections:Tesi di dottorato in giurisprudenza

Files in This Item:

File Description SizeFormat
TESI DOTTORATO_18.06.2009.pdf1874KbAdobe PDFView/Open

Show full item record

All items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved.